TASSO ORESTE
di Mauro e Orietta s.n.c.
 

NOTIZIE UTILI
(le informazioni di seguito riportate, rilevate dalle fonti e/o link indicati, sono a scopo puramente informativo; pertanto, non è garantita la correttezza ed esattezza delle stesse informazioni anche se soggette a nostra verifica prima dell'inserimento;
non siamo, quindi, responsabili in caso di inesattezze
)

 
 
NOTIZIA FONTE / LINK
(per maggiori
informazioni)
SCARICA DATA INSERIMENTO
       
La Legge di Stabilità 2014 (legge 27 dicembre 2013, n. 147) ha prorogato la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.
L’agevolazione è stata confermata nella misura del 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014. La detrazione è invece pari al 50% per le spese che saranno effettuate nel 2015.
Per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali e per quelli che riguardano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, la
detrazione si applica nella misura del:
- 65%, se la spesa è sostenuta nel periodo compreso tra il 6 giugno 2013 e il 30 giugno 2015
- 50%, per le spese che saranno effettuate dal 1° luglio 2015 al 30 giugno 2016.
Dal 1° gennaio 2016 (per i condomini dal 1° luglio 2016) l’agevolazione sarà invece sostituita con la detrazione fiscale (del 36%) prevista per le spese relative alle
ristrutturazioni edilizie.
L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall’Ires (Imposta sul reddito delle società) ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.
In particolare, le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per:
 la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
 il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive di infissi)
 l’installazione di pannelli solari
 la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.
Le detrazioni sono da ripartire in dieci rate annuali di pari importo.
Agenzia delle entrate (info)

Agenzia delle Entrate (Guida)

Enea
- 21/01/2014
       
INCENTIVI FINANZIARIE 2007-2008
La Finanziaria 2008 proroga sino a tutto il 2010 gli incentivi già previsti dalla Finanziaria 2007, ne introduce di nuovi e semplifica alcuni adempimenti.
Detrazioni fiscali al 55% per i seguenti interventi:
- Interventi di riqualificazione globale su edifici esistenti - per un massimo di 100.000€ .
- Interventi attuati su edifici o parti di edifici o unità immobiliari esistenti, relative a strutture
  opache verticali (pareti, generalmente esterne), finestre comprensive di infissi e strutture 
  opache orizzontali (coperture e pavimenti) - per un massimo di 60.000€.
- Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici, industriali,
  nonché per il fabbisogno di piscine, strutture sportive, case di ricovero e di cura, scuole - per 
  un massimo di 60.000€.
- Interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione
  o tradizionali ad alta efficienza e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione -
  per un massimo di 30.000€.
     
L'ENEA, è stato incaricato di ricevere e gestire la documentazione obbligatoria per fruire delle detrazioni fiscali; sul sito mette a disposizione: bullet Informazioni sugli incentivi e sulle procedure per ottenerli
bullet Procedura per la compilazione e l’invio della documentazione
bulletNumero verde: 800 985 280 (dal lunedì al venerdì, ore 9.00-13.00 e 14.00-18.00)
www.enea.it --- 11/05/2008
Decreti attuativi per l'efficienza energetica degli edifici:  le nuove regole
E' stato pubblicato il decreto attuativo in materia di detrazione per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, come era stato predisposto dalla Finanziaria 2008. Sul sito ufficiale dell'Enea, nella sezione dedicata all'efficienza energetica, tutte le novità e le indicazioni per ottenere gli sgravi in materia.
Il decreto 19 febbraio 2007 come modificato dal decreto 26 ottobre 2007 e coordinato con il decreto 7 aprile 2008 - Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'art. 1, comma 349 della legge 27 dicembre 2006, n. 29 - apporta alcune importanti modifiche.
Tra le novità:
per gli interventi realizzati a partire dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2008, l'indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale non deve essere superiore ai valori definiti dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 11 marzo 2008;
- per interventi sull'involucro di edifici esistenti realizzati a partire dal periodo d'imposta in corso al 31
  dicembre 2008, si intendono gli interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari
  esistenti, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti),
  finestre comprensive di infissi, delimitanti il volume riscaldato verso l'esterno e verso vani non riscaldati,
  che rispettano i requisiti di trasmittanza termica U, espressa in W/m2K, definiti dal decreto del Ministro
  dello sviluppo economico 11 marzo 2008:
- sono agevolabili anche le sostituzioni di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di pompe
  di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia.

Per le spese sostenute a partire dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2008, comprese quelle concernenti la prosecuzione di interventi iniziati nel periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2007,
i soggetti che intendono avvalersi della detrazione, sono tenuti a:
- acquisire l'attestato di certificazione energetica, ovvero l'attestato di qualificazione energetica;
- trasmettere all'ENEA entro novanta giorni dalla fine dei lavori, attraverso il seguente sito internet:
  www.acs.enea.it, disponibile a partire dal 30 aprile 2008, ottenendo ricevuta informatica:
- i dati contenuti nell'attestato di certificazione energetica, ovvero nell'attestato di qualificazione energetica
  avvalendosi dello schema di cui all'allegato A al decreto 19/2/2007, prodotto da un tecnico abilitato;
- la scheda informativa di cui all'allegato E al decreto 19/2/2007 relativa agli interventi realizzati ovvero, per
  gli interventi relativi alla sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari o
  relativi all'installazione di pannelli solari, la scheda informativa di cui all'allegato F al nuovo decreto
  7/4/2008.


Per quanto concerne la redazione dell’attestato di certificazione energetica degli edifici, viene precisato che per gli interventi realizzati a partire dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2008, tale attestato, ove richiesto, è prodotto, successivamente alla esecuzione degli interventi, utilizzando le procedure e metodologie di cui all'art. 6, del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, ovvero le procedure stabilite dalle Regione o dai Comuni con proprio regolamento antecedente alla data dell'8 ottobre 2005.

Per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti realizzati a partire dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2008, l'asseverazione deve specificare che l'indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale risulta non superiore ai valori definiti dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 11 marzo 2008; per gli interventi sull'involucro di edifici esistenti realizzati a partire dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2008, l'asseverazione deve riportare una stima dei valori delle trasmittanze originarie dei componenti su cui si interviene nonché i valori delle trasmittanze dei medesimi componenti a seguito dell'intervento; detti valori devono in ogni caso essere inferiori o uguali ai valori definiti dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 11 marzo 2008.


I due nuovi allegati G ed H contengono rispettivamente:
- lo schema di procedura semplificata per la determinazione dell’indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale dell’edificio;
- le prestazioni delle pompe di calore.

Sulla Gazzetta ufficiale n. 97 del 24 aprile scorso è stato pubblicato il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 7 aprile 2008 recante “Disposizioni in materia di detrazione per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'articolo 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.”.
Il decreto in argomento consta di 11 articoli e di 3 allegati e di fatto contiene importanti modifiche ed integrazioni al decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze e del Ministero dello Sviluppo economico 19 febbraio 2007 recante “Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'art. 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2006, n. 296”.
Con il nuovo decreto vengono, altresì, aggiunti tre nuovi allegati e precisamente l’allegato F, all’allegato G e l’allegato H.
EDILIO:
edilizia avanti veloce

www.edilio.it
--- 11/05/2008         Informazioni sulla Certificazione energetica degli edifici
Il Certificato energetico
La certificazione energetica dell'edificio permette all'utente di capire come è stato realizzato dal punto di vista dell'isolamento, della coibentazione e quindi in che modo il fabbricato possa contribuire ad un risparmio energetico.
In Italia la legge che istituiva la certificazione energetica era la 10/91, è stata aggiornata e completata dai decreti legislativi 192/05 e 311/06.


Attualmente la certificazione energetica degli edifici viene sostituita dall’attestato di qualificazione energetica.
Il nuovo decreto del 6 ottobre 2006 stabilisce che il certificato energetico è obbligatorio da tale data. Tuttavia fino a quando non vi saranno linee guida ufficiali (così come prevede l' art. 5 del nuovo decreto) il certificato energetico potrà essere sostituito da un attestato di qualificazione redatto dal progettista o dal direttore dei lavori.
Intanto valgono le prescrizioni esecutive di seguito elencate:
- primo gennaio 2007 per ottenere qualsiasi forma di incentivo pubblico nell’ambito edilizio
  bisognerà provvedere alla stesura da parte di un tecnico abilitato del certificato energetico
  dell’immobile.
- primo luglio 2007, tutti gli edifici che hanno più di 1000 metri quadri dovranno esibire un
  certificato energetico nel caso di compravendita.
- primo luglio del 2008, l’esibizione di quel certificato diventerà obbligatorio per tutti gli edifici
  che hanno meno di 1000 metri quadri nel caso di immissione nel mercato immobiliare.
- primo luglio 2009 la certificazione obbligatoria diventerà obbligatoria anche per i singoli
  appartamenti.
Il decreto prevede inoltre l' obbligatorietà per i nuovi edifici dell' installazione di impianto solare termico per riscaldamento dell' acqua ed impianto fotovoltaico la cui potenza sarà stabilità con decreto successivo.

L'Attestato di qualificazione energetica permette di usufruire delle detrazioni fiscali al 55% per gli interventi sopra richiamati.
EDILIO:
edilizia avanti veloce

www.edilio.it
--- 11/05/2008        

La legge finanziaria 2008 (estratto - scarica pdf)
La legge
24 dicembre 2007 n. 244 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato" pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 285 della Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28/12/07 e riportata per estratto qui di seguito, limitatamente ad alcuni commi di interesse energetico e ambientale, proroga gli incentivi già previsti dalla Finanziaria 2007 sino a tutto il 2010 e ne introduce di nuovi. In particolare:

  1. i Comuni possono introdurre un'aliquota ICI ridotta, inferiore al 4 per mille, per coloro che installano impianti energetici da fonte rinnovabile;
  2. sono prorogate al 2010 le agevolazioni previste dalla Finanziaria 2007, commi 344, 345, 346, 347, 353, 358 e 359 ossia per la riqualificazione globale di edifici, la coibentazione di strutture orizzontali e verticali, la sostituzione di finestre comprensive di infissi, l'installazione di pannelli solari, le sostituzioni di impianti di riscaldamento con altri dotati di caldaie a condensazione, la sostituzione di frigo e congelatori, l'installazione di motori e inverter ad alta efficienza;
  3. è stata corretta la tabella delle trasmittanze per le strutture opache orizzontali;
  4. le detrazioni fiscali possono ora essere ripartite in quote annuali uguali da tre a dieci anni, a scelta del contribuente;
  5. non è più necessario l'attestato di qualificazione (o certificazione) energetica per l'installazione di finestre comprensive di infissi e di pannelli solari termici;
  6. sono previste agevolazioni fiscali per il gasolio e il gpl utilizzati in zone montane e per le reti di riscaldamento alimentate a biomassa o energia geotermica;
  7. la detrazione fiscale del 55% si applica anche alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia;
  8. il rilascio del permesso di costruire dal 2009 è subordinato all'installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, alla certificazione energetica dell'edificio e a caratteristiche strutturali dell'edificio finalizzate al risparmio idrico.
  9. Dal 2010 è vietata la commercializzazione di elettrodomestici appartenenti alle classi energetiche inferiori alla A e di motori elettrici appartenenti alla classe 3. Dal 2011 è vietata la commercializzazione delle lampadine a incandescenza e degli elettrodomestici privi di interruttore dell'alimentazione dalla rete elettrica.
  10. E' istituito un fondo di 1 milione di euro presso il Ministero dell'Economia e Finanze per finanziare campagne informative sulle misure che consentono la riduzione dei consumi energetici. E' istituito un fondo di 40 milioni di euro presso il Ministero dell'Ambiente per la promozione delle energie rinnovabili e dell'efficienza energetica e per la promozione della produzione di energia elettrica da solare termodinamico.
efficienzaenergetica.
acs.enea.it

/fin2007.htm

/decreti.htm

estratto
Legge Finanziaria 2008
[47 kb]

 


link a
Legge Finanziaria integrale
2008
[787 kb]

 


link a
Legge Finanziaria integrale
2007
e allegati
[16,3 Mb]

  11/05/2008                 Sicurezza , testo unico dal 15 maggio 2008 (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)

Entra in vigore il 15 maggio il D. Lgs. 81/2008, ovvero il nuovo testo unico sulla sicurezza. Il testo è stato pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» n. 101 del 30 aprile 2008. Da quella data cambiano, ad esempio, le regole per la formazione dei coordinatori per la sicurezza ed entra in vigore l’obbligo di verifica della idoneità tecnica dell’impresa da parte dei committenti. C’è tempo fino al 29 luglio, invece, per adeguarsi alle nuove regole sulla valutazione dei rischi. La legge delega concede poi un anno di tempo per intervenire sul testo unico con ulteriori decreti correttivi.
Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 – Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro – Pubblicato sul supplemento ordinario n. 108/L alla Gazzetta ufficiale del 30 aprile 2008 n. 101
--- --- 11/05/2008                 Attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici
Decreto del ministero dello sviluppo economico 22 gennaio 2008, n. 37
Regolamento concernente l'attuazione dell'articolo 11-quaterdecies, comma 13,
lettera a) della legge n. 248 del 2005, recante riordino delle disposizioni in
materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici
Abroga in parte la precedente Legge 46790 ad eccezione degli articoli 8, 14 e 16
---
DM 22/01/2008
n. 37
e allegati
[139 kb]
11/05/2008                        

[TORNA ALLA HOME PAGE]